Mosajco
La Medusa Grand Hotel


Punta Campanella

Punta Del Capo

Punta Del Capo

In direzione Nord ci s’imbatte nella splendida parete ricca della coloratissima vita mediterranea, dove non manca l’incontro con grossi pesci: cernie, tonni e lampughe popolano questa costa per la particolarità della sua conformazione.
Sul percorso, incollati nella roccia, compariranno i finestroni della via Crucis di Gesù... estremamente affascinante, tra mistico e realismo, questa immersione è molto bella ed affascinante.

Grotta dello Zaffiro

Grotta dello Zaffiro

Così denominata per la particolare colorazione che assume l'acqua al suo interno, è certamente la più bella ed interessante della penisola. La cavità ha un ingresso principale molto largo, situato a soli tre mt. di profondità, ed una seconda entrata costituita da un cunicolo piuttosto stretto, comunicante con l'entrata principale, a soli 12 mt. di profondità. L'attraversamento della galleria non crea nessun problema, essendo molto larga e lunga appena quattro metri.
Lo specchio d'acqua interno è un vero è proprio lago di oltre 40 mt. di diametro, sovrastato da una campana d'aria alta circa venti mt. e contornata da imponenti formazioni alabastrine di stalattiti e stalagmiti che in qualche punto della grotta arrivano a congiungere pavimento e soffitto.

Scoglio Penna Secca Emersa

Scoglio Penna Secca Emersa

E’ un piccolo scoglio aguzzo, alto e stretto che chiude a Sud la Baia di Ieranto. Deve il nome proprio alla sua forma particolare, simile a una penna appunto. Qui l'immersione è molto interessante, data la particolarissima conformazione. Le sue ripide pareti sommerse, con un bel arco naturale al centro, sono ricchissime di vita su ogni
versante e ad ogni profondità, ed in particolare sul versante esterno che va oltre i 45 mt. , ricoperto da splendide e rosse Paramuricee.

Vervece Secca Emersa

Vervece Secca Emersa

A dodici metri di profondità, su un piano roccioso rivolto a levante, c’e la Madonnina del Vervece, una bella statua di bronzo che fu posta qui alcuni anni fa, e che ogni anno a settembre è meta di un commovente pellegrinaggio subacqueo per la celebrazione della cosidetta Festa della Madonnina, in ricordo di chi in mare perse la vita.
Già dai primi metri si ci rende conto dell’estrema bellezza di questa immersione. Infatti, quasi a pelo d’acqua, ondeggiano nella risacca grossi cespugli fioriti di bianchi idroidi, mentre le pareti tutt’intorno sono colorate di un giallo-arancio offerto dalla miriade di Parazoanthus axinellae con polipi aperti alla corrente. Alghe, spugne, anellidi e briozoi si contendono il substrato offrendo l’ambiente ideale ad altri innumerevoli piccoli organismi, tra i quali alcune specie di nudibranchi dai brillanti colori.


Immersioni
Banco di S.Croce

Secca Immersa. Un’oasi in mezzo al mare, sconosciuta ai ... continua

Punta Scutolo

Tratto di costa che separa la spiaggia di Seiano dalla zona Alimuri di Meta... continua

Relitto Doris

Relitto al largo del porto di S. Lucia a Napoli... continua

Capri

Capri, l'isola blu... continua

Procida

Procida... continua

Banqueting
Allestimenti
Allestimenti

Il nostro obiettivo è creare Eventi che lascino il segno...

Continua »

La Medusa Grand Hotel Via Passeggiata Archeologica, 5 Castellammare di Stabia - 80053 - Sorrento - ITALY
Tel.: +39 081 8723383 - Fax: +39 0818717009 - E-mail: info@lamedusahotel.com

Powered by iJustweb CMS